ISTRUZIONI PER LA POSA Sezioni e Accessori:

- Doghe 2200X140X25 mm

- Magatello 2200X50X30 mm o 2200X40X25 mm

- Cornice 2200X50X50 mm

- Clip acciaio o plastica con vite in acciaio

PREPARAZIONE DEL SUOLO

Il suolo sul quale si va ad installare il WPC Ecototo deve essere adeguatamente preparato. Assicurarsi che la sottostruttura che si andrà a creare, mantenga una adeguata areazione sottostante alla pavimentazione. Per la realizzazione della sottostruttura consigliamo l’uso dei magatelli in wpc, se posati su superficie piana e dura (massetto) e quindi non a sbalzo, con un interasse massimo di 40 cm. Per superfici non compatte (es. sabbia, terra, ecc.), prevedere una struttura autoportante, si consiglia l’uso di magatelli in tubolare di alluminio. Se per esigenze di progettazione si deve creare una struttura sopraelevata si consiglia si usare dei magatelli metallici o in legno strutturale adeguatamente calcolato a seconda delle esigenze di portata e altezza. Durante la posa in opera, occorre seguire le indicazione, quindi considerare adeguati interassi e fughe in modo da prevenire dilatazioni dimensionali che nel tempo influiscono sulla durata della pavimentazione. Per evitare ristagni in superficie, calcolare una pendenza di almeno 1% per favorire il deflusso delle acque.

POSA DEI MAGATELLI WPC ECOTOTO

Installare ad adeguate distanze ed interassi i magatelli, l’interasse dei magatelli non deve superare i 40 cm e deve assolutamente essere perpendicolare alle doghe del pavimento.

Obbligatorio fissare i magatelli da sottostruttura oppure i tubolari in alluminio al massetto per dare stabilità alla superfice che si vuole realizzare, in caso contrario i magateli rischiano di sollevarsi e creare disordini nella pavimentazione. Ogni qualvolta si presenti la giunzione di testa tra 2 doghe, prevedere per ognuna di esse un magatello di appoggio ad una distanza di 7 mm, al quale fissarla con le sue clip. Nella giunzione di testa di 2 doghe considerare una fuga a prevenzione della dilatazione dimensionale delle doghe pari al 0,5% della lunghezza delle tavole con un minimo di 7 mm.

FISSAGGIO DELLE DOGHE WPC EOTOTO

Iniziare fissando la prima doga alla sottostruttura, la posa delle prima doga inizia con apposita clip in acciaio denominata “start”, quest’ultima è rifinita in modo tale da bloccare la prima e l’ultima tavola. A prevenzione del comportamento elastico che avranno nel tempo, le doghe richiedono di essere adeguatamente distanziate tra loro e da ostacoli fissi quali opere murarie e altro quindi considerare una fuga di 1 cm.

Proseguire con il fissaggio delle doghe utilizzando le apposite clip per fissarle una con l'altra fino al completamento della superfice. Quando si incontrano le estremità delle doghe è obbligatorio raddoppiare il magatello, mantenendo una distanza minima laterale tra i due magatelli di almeno 7 mm e conseguenzialmente adoperare per ogni estremità della doga la propria clip di fissaggio. Il pavimento correttamente installato supporta una carica di 450kg/m2.

DILATAZIONE DEL WPC ECOTOTO

La caratteristica di un materiale composito, legno e polimeri è la propensione a dilatarsi, questo accade a causa dell’assorbimento da parte del legno dell’umidità che può fare dilatare il profilo dell’1% circa e per quanto riguarda i polimeri, a causa del progressivi aumento della temperatura. La dilatazione prevista è di circa 0,5 mm/ml/10 °C.

UTILIZZO DELLE CORNICI WPC ECOTOTO

Per coprire le sezione delle doghe che rimango nel perimetro della pavimentazione, utilizzare le cornici in wpc.

E’ possibile fissare la cornice alle doghe semplicemente tramite vite in acciaio o tramite l’utilizzo di colla.